Con una sola mano

Con una sola mano sgrano l’uva americana chicco per chicco come la vecchia sgrana il rosario. A differenza sua, la mia preghiera è un bestiario. Ad ogni acino che non s’eleva in vino chiedo che il tempo spezzi la trama tra timore e credo. Che non mi spinga alla fede nei giorni prossimi all’addio ma […]

Read More Con una sola mano

Non abusare della cioccolata

Non abusare della cioccolata non che sia veleno ma tu ti riempi lo stomaco d’emmemems per teneredentro l’arcobaleno. Mentre io taglio col treno le alpi, diretto alla terradi Hermann Hesse, a tracciare la luce del tuo ventre. Coprendo la distanzada un seno a quell’altro, adagio nel palmogattino in cerca del posto nel mondo. Tu che […]

Read More Non abusare della cioccolata

XVIII

I semi non sanno dove mettere radici capita semplicemente che cadano nel luogo dove diverranno piante. Io sono cresciuta aggrappata ad una pietra che ho legato al collo con le mie stesse mani e finto fosse un gioiello. Per gettare i miei domani sul fondo di uno stagno. Partiture per un addio , Edicola Ediciones […]

Read More XVIII

XXI

Il pubblico è sgarbato, durante i passaggi pericolosichiude gli occhi. Li tiene serrati quando dall’altoper stupirlo sfiori la morte dal trapezio. Per lasciareil vostro circo e comporre il mio strazio, ho scelto il volo.Con la catena sganciata dal costume di scena.Spalancherete gli occhi per guardare nel mio cielo. Da: Partiture per un addio, Edicola Ediciones […]

Read More XXI

Non amo ascoltare il battito

Non amo ascoltare il battito nel tuo petto.Quando al mattino nel letto facciamo un po’ tardi a incrociare i ginocchia rubarci il calore rimasto, adagiol’orecchio sul seno. Un muscolo che non riposa davvero lo temo. Perché ogni volta mi chiedoriuscisse a fermarsi ogni tantopotesse dormire, gettar la divisapotrebbe magari condurre più in là sulla strada […]

Read More Non amo ascoltare il battito

Cuchi e gli Slamer

La cosa che mi ha colpito della poesia-critica di Maurizio Cucchi uscita sul Corriere della Sera qualche giorno fa, è che la critica si risolva in un mero, scarsissimo dileggio e che la poesia invece sia orribile. Da uno come lui proprio non me lo aspettavo, uno che mi pare sappia bene che lo spazio […]

Read More Cuchi e gli Slamer