XVIII

I semi non sanno dove mettere radici capita semplicemente che cadano nel luogo dove diverranno piante. Io sono cresciuta aggrappata ad una pietra che ho legato al collo con le mie stesse mani e finto fosse un gioiello. Per gettare i miei domani sul fondo di uno stagno. Partiture per un addio , Edicola Ediciones […]

Read More XVIII

XXI

Il pubblico è sgarbato, durante i passaggi pericolosichiude gli occhi. Li tiene serrati quando dall’altoper stupirlo sfiori la morte dal trapezio. Per lasciareil vostro circo e comporre il mio strazio, ho scelto il volo.Con la catena sganciata dal costume di scena.Spalancherete gli occhi per guardare nel mio cielo. Da: Partiture per un addio, Edicola Ediciones […]

Read More XXI

Non amo ascoltare il battito

Non amo ascoltare il battito nel tuo petto.Quando al mattino nel letto facciamo un po’ tardi a incrociare i ginocchia rubarci il calore rimasto, adagiol’orecchio sul seno. Un muscolo che non riposa davvero lo temo. Perché ogni volta mi chiedoriuscisse a fermarsi ogni tantopotesse dormire, gettar la divisapotrebbe magari condurre più in là sulla strada […]

Read More Non amo ascoltare il battito

XXV

Mia moglie vedrà il casino in bagno, i gatti verranno a leccarmi il viso, a passeggiaresulla mia schiena, ma dal naso nessun respiro dopo aver deciso. Di farla finita con l’aria coi buchi nel bilancio, con la pena dell’ingannoma non della bugia. Ho lasciato con la pennal’ultima menzogna, nella lettera per lei, sulla scrivania. Da: […]

Read More XXV

XXXVIII

S’è impiccata con un foulard. Un vestito da serae tacchi alti ma non tanto da toccare il suolo.Il video hard della sua bocca impegnata dal sesso di un altro amante è stato un successo della rete. L’ho messo io, per vantarmi di una donna attraente strappandole il viso dal volto. Ed ora le parole. Da: […]

Read More XXXVIII