Poter vigilare almeno sul mattino

Poter vigilare almeno sul mattino, criminale
che ha piegato le sbarre della galera del sonno.
Il passo conduce ciuco in balera in cerca di donne.
Altro che una caffettiera per aggiustarci la notte,
ieri, la sera. Lavare il tuo viso, la bocca, il tuo naso
dal viso di quella che ora, russa il tuo lato del letto.
Dopo che le ho detto che era la sola, che quanto sei
bella le ho detto. E ora ho paura. Per quanto sia
bella. Per quanto è la sola.

da: “Quando l’estate crepa”

408765567_3225fed7fb_z

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...